La Vision e la Mission di Io resto in Calabria

Vision

Io resto in Calabria intende contribuire alla costruzione di una Calabria dove tutti abbiano le stesse possibilità di realizzare i propri progetti personali e professionali con dignità.

Vediamo una Calabria che lavora alla crescita sociale ed economica dell’Italia, che coopera con i Paesi del Mediterraneo e dell’Europa in una logica di sviluppo partecipato, sostenibile e paritario per tutti.

Mission

Per realizzare la Vision, Io resto in Calabria si pone tre obiettivi:

  1. Risvegliare le coscienze dei cittadini calabresi, in particolare delle nuove generazioni, e l’impegno a favore della valorizzazione e tutela del bene comune inteso come patrimonio naturale, umano, pubblico e valoriale che esiste nella regione Calabria;
  2. Costruire una cultura della cooperazione tra attori sociali, economici, culturali e istituzionali che porti alla nascita di progetti e opportunità concrete che diano ai giovani e al territorio strumenti e competenze per realizzare le proprie potenzialità;
  3. rafforzare l’immagine positiva della Calabria sia all’interno che oltre i confini regionali e costruire un nuovo linguaggio per raccontare la nostra regione, le idee e i progetti che i calabresi vorrebbero realizzare o sui quali già lavorano.

I nostri valori:

  • legalità: che per noi vuol dire rispettare le persone e le regole in tutto quello che quotidianamente facciamo;
  • solidarietà: essere coesi con chi è in difficoltà e ricerca il nostro supporto, sostenere chi è più debole e aiutarlo ad emergere;
  • cooperazione: ricercare ogni giorno gli strumenti e le modalità per lavorare insieme ad altre realtà che abbiano i nostri obiettivi e condividano i nostri valori;
  • cittadinanza: abbiamo tutti gli stessi diritti e doveri di partecipare alla gestione della cosa pubblica;
  • cambiamento: desideriamo migliorare le condizioni di vita in questa regione e lo facciamo senza scendere a compromessi. Il cambiamento deve essere radicale e non può avvenire facendo accordi con chi ha generato questo stato di malessere in Calabria, ovvero niente compromessi con la ‘ndrangheta, con la cattiva politica, con l’imprenditoria corrotta, con la massoneria, con chiunque abbia lati poco chiari e puliti nella propria storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *