Profilo Biografico del Cav. Lav. Filippo Callipo nato a Pizzo il 22-06-1946

L’imprenditore Filippo (Pippo) Callipo rappresenta la quarta generazione dei Callipo che, dal 1913, si sono avvicendati al timone dell’azienda di famiglia, la “Giacinto Callipo Conserve Alimentari SpA” che, da più di 100 anni – compiuti il 14 gennaio 2013 – produce e commercializza tonno all’olio di oliva in scatola e in vaso di vetro.

Nel 1972 iniziò ad affiancare il padre, Giacinto, nella gestione dell’azienda, assumendone la direzione esclusiva nel 1981.

Perseguendo con passione e dedizione la filosofia del fondatore, “la qualità innanzitutto”, grazie ad un’oculata strategia di sviluppo, in quasi quarant’anni di attività ha guidato l’azienda verso importanti traguardi e prestigiosi successi.

Nell’ultimo decennio, al fine di diversificare l’attività, ha costituito un gruppo societario, composto da sei aziende che attualmente occupano circa 350 addetti.  Nell’estate del 2008, dopo anni di progettazione ed organizzazione ha avviato due importanti progetti imprenditoriali:

  • la Callipo Gelateria, che si propone l’ambizioso obiettivo di far conoscere in Italia e nel mondo la rinomata tradizione gelatiera di Pizzo;
  • il Popilia Country Resort, un centro turistico – alberghiero a 4 stelle con circa 200 posti letto, situato a pochi km da Pizzo, in un’area collinare di circa 140 ettari. Si tratta di una vera e propria oasi di pace, circondata da un rigoglioso bosco di pini, uno di querce e sughere, uno splendido laghetto ed un’incantevole vista sul Golfo di Sant’Eufemia.

Cariche e Onorificenze

Parallelamente alla crescita aziendale cresce il suo impegno nel sociale:

  • promuove la costituzione della Banca di Credito Cooperativo di Maierato e ne diviene Consigliere d’Amministrazione  dal 1993 fino al 1995;
  • nel 1994 assume la Presidenza della Confindustria di Vibo Valentia e la guida per quattro anni;
  • ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare del Mezzogiorno (prima denominata Banca Popolare di Crotone) dal 1995 fino ad aprile del 2012;
  • diviene, per nomina regionale, Commissario Straordinario del Consorzio Nucleo Industriale di Vibo Valentia, dal Novembre1995 fino al Gennaio 1996;
  • e’ stato componente di Giunta dell’A.N.C.I.T. – Associazione Nazionale Conservieri Ittici dal 1997 al 2014;
  • dal 1997 al 1998 è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione della Vibo Sviluppo SpA, società di gestione del Patto Territoriale di Vibo Valentia;
  • è stato il Presidente di Confindustria Calabria e contestualmente membro di Giunta di Confindustria Roma dal 2001 fino al mese di luglio del 2006.

Questi sono stati anni di intensa attività progettuale, di prese di posizione importanti e molto seguite dalla stampa e dalle televisioni nazionali ed internazionali. In questo periodo, viene siglato il Protocollo d’intesa tra Confindustria e i Sindacati, che, benché unanimemente apprezzato per il forte contributo che propone per lo sviluppo endogeno della Calabria, è osteggiato dal governo della Regione di centrodestra in quanto ritenuto “perverso”.

Convinto che la mafia condizioni fortemente non soltanto il sistema imprenditoriale ed economico ma la stessa democrazia calabrese, vanificando alcuni diritti costituzionali, ha influenzato il confronto politico suscitando un dibattito che ha coinvolto la società civile, specie dopo l’appello al Capo dello Stato con cui chiese la presenza dell’esercito a supporto delle forze dell’ordine e per meglio controllare il territorio.

  • Il 1° giugno 2005, a riconoscimento del suo impegno imprenditoriale e per essersi distinto nel suo settore, con importanti ricadute nel sociale, viene nominato dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, Cavaliere del Lavoro.
  • è stato nominato componente della Commissione Cultura di Confindustria Nazionale per il quadriennio 2008-2012;
  • il 7 dicembre 2008 viene nominato Consigliere della Federazione Italiana Pallavolo per il quadriennio 2009 – 2012;
  • il Collegio dei Probiviri confederali di Confindustria, il 29 novembre 2010, lo nomina Legale Rappresentante pro-tempore e successivamente Commissario Straordinario di Confindustria Reggio Calabria e gli conferisce anche l’incarico di Coordinatore del Comitato Esecutivo di Reggenza. L’incarico è terminato il 3 aprile 2012.
  • da aprile 2011 fino ad aprile 2012 fa parte del  Comitato Esecutivo della Banca Popolare del Mezzogiorno di cui era  già Consigliere di Amministrazione.
  • E’ stato Componente Esterno del Consiglio di Amministrazione dell’UNIVERSITA’ della CALABRIA, da aprile 2013 fino ad Aprile 2016 (nominato con Decreto Rettoriale n° 700).
  • dal 21 dicembre 2015 fino al 21 settembre 2016 assume nuovamente la carica di Presidente di Confindustria Vibo Valentia e dal 12 aprile 2016 fino al 21 settembre 2016 è Delegato per la Legalità di Unindustria Calabria;

 

Cittadinanze onorarie

  • Nel mese di marzo 2005 il Consiglio Comunale di Platì (RC) all’unanimità, decide di conferirgli la Cittadinanza Onoraria per le sue iniziative a favore della cittadinanza Platiese;
  • Nel mese di novembre 2005 riceve, per le stesse motivazioni, anche la Cittadinanza Onoraria del Comune di Tiriolo (CZ).
  • Il 30 luglio 2013 riceve la Cittadinanza Onoraria dal Comune di Amaroni (CZ), per la generosità e l’affetto manifestato alla Comunità Amaronese.

 

L’impegno nello sport

Il considerevole impegno in ambito sportivo si concretizza soprattutto nella gestione, organizzazione e finanziamento delle attività sportive e sociali della squadra di pallavolo maschile di Vibo Valentia, la Volley Tonno Callipo Calabria.

Costituita nel 1993, la squadra è riuscita a raggiungere, partendo dalla serie C2, la massima serie: la A1.

Il successo più grande della Volley Tonno Callipo Calabria è quello di aver saputo raccogliere attorno a sé l’entusiasmo di un’intera regione che si sente rappresentata in modo positivo e ad altissimi livelli.

L’attività sportiva della prima squadra è, inoltre, da stimolo ed esempio per i giovani calabresi, che sempre più numerosi affollano i corsi della formazione sportiva giovanile.

 

L’impegno in politica

La consapevolezza che la Calabria goda di potenzialità ancora in gran parte inespresse è il motivo che più di altri ha spinto Pippo Callipo ad impegnarsi direttamente in politica. A tale impulso si aggiunge la convinzione che è necessario favorire un’adeguata valorizzazione dei talenti di cui la Calabria dispone, arrestarne la fuga e farne il motore del rinnovamento della classe dirigente.

Il suo obiettivo si è concretizzato, a partire dal 25 agosto 2009, con l’accettazione della candidatura alla presidenza della Regione Calabria propostagli da numerose associazioni e con la fondazione dell’associazione “Io resto in Calabria” che lo ha attivamente supportato nel corso della campagna elettorale. Al progetto hanno aderito, inoltre, l’europarlamentare Luigi De Magistris, il partito dell’Italia dei Valori, la lista Bonino-Pannella, il partito “per il Sud” e ampi settori della società civile.

La coalizione elettorale da lui guidata ha ottenuto oltre il 10 per cento dei consensi corrispondenti a 106.646 voti. Un risultato che ha dimostrato che la società civile calabrese è ancora dotata di un forte senso civico e di una capacità reattiva in grado di riconoscere ed apprezzare l’impegno politico sano e trasparente.

 

Riconoscimenti e benemerenze

Negli anni riceve, per il suo impegno a favore del contesto sociale in cui opera, varie benemerenze sociali e culturali. Ne ricordiamo solo alcune:

Il 23 novembre 2006 viene nominato finalista nella categoria “quality of life” del Premio “L’IMPRENDITORE DELL’ANNO 2006”, organizzato dalla Ernst & Young, per “la sensibilità nei confronti della comunità di riferimento e per la capacità di favorire la crescita della propria impresa con programmi continuativi e coerenti di sviluppo e sostegno alla cultura, all’arte, all’ambiente ed al sociale”.

Premio internazionale “La Calabria nel Mondo”, conferito il 2 ottobre 2007, nel corso del XVI Edizione tenutasi alla Camera dei Deputati a Roma. Il riconoscimento viene assegnato, dal C3 International di Roma, ai calabresi che con intelligenza, onestà e capacità non comuni, si siano distinti nei vari settori della società civile, raggiungendo traguardi d’innegabile prestigio nazionale ed internazionale.

Premio “IL FARO – Uomini che lasciano il segno” ricevuto il 25 luglio 2012 a Vibo Valentia Marina, dalla Piero Muscari Comunicazione in collaborazione con la CCIAA di Vibo Valentia con la seguente motivazione: a riconoscimento e testimonianza di un successo imprenditoriale consolidato e competitivo nei diversi settori, per la sua capacità di realizzare attività che dimostrano scelte strategiche per il gruppo e per il nostro territorio in termini di sviluppo e competitività.

Premio SUA ECCELLENZA ITALIA ricevuto il 29 novembre 2012 dal Gambero Rosso Holding SpA di Roma con la seguente motivazione: “per lo sviluppo nel meridione di un’industria conserviera che esporta in tutto il mondo”.

Il 25-01-2015 il Coni Calabria gli conferisce un’onorificenza “per il costante e tenace impegno volto alla crescita sportiva, civile e sociale dei giovani del territorio e per il lustro dato alla comunità vibonese.

Il 25 settembre 2016 a Cesenatico riceve il Premio Nazionale Galvanina 2016, assegnato dagli organizzatori del 16° Festival della Cucina Italiana, “per aver saputo trasformare un’impresa familiare in un’azienda leader per il suo impegno sociale attraverso le politiche aziendali adottate che mettono al centro il benessere dei dipendenti e per la forte attenzione verso il territorio calabrese e il contesto in cui opera”.

Il 25 ottobre 2016 l’Università degli Studi Magna Grecia – Dipart. Di Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali gli assegna la targa Premio “Best Learning Experience Award” per l’attenzione sempre prestata alla Crescita dell’Impresa e all’Etica quale valore nel cambiamento del contesto”.

Il 3 novembre 2017 gli viene conferito dal Comitato Organizzatore Premio Sila 2017 (con il supporto e il patrocinio istituzionale del Parco Nazionale della Sila) il Premio Sila che viene assegnato, ogni anno, a quanti si sono particolarmente distinti nell’impegno sociale, culturale, e nelle professioni soprattutto a favore della crescita della Calabria.

Il 18 novembre 2017 riceve il Premio Théano – Memorial Guglielmo Papaleo conferitogli da Confindustria Catanzaro e dall’ A.N.D.E. di Catanzaro per “in considerazione dei lusinghieri risultati raggiunti nelle molteplici attività e del suo straordinario impegno profuso nell’affermazione dei valori volti allo sviluppo socio-economico del nostro Paese”

Il 6 agosto 2018, l’Associazione Futura di Vibo Valentia, gli conferisce, in qualità di Presidente della Volley Tonno Callipo Calabria, il Premio Sportivo Salvatore La Gamba, “per le straordinarie annate nel massimo campionato di volley ed aver portato alto il nome della Calabria, per aver promosso numerose attività, in particolar modo legate al settore giovanile, perché la crescita sociale parte dai bambini”

 

Pizzo, 30 novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *